Batteria Auto Scarica? Ecco come verificare lo stato di salute della batteria della tua auto

Sarà successo anche a te, di essere di fretta per un appuntamento, salire in macchina e ritrovarti a piedi.

Molto spesso la causa è la batteria scarica, ma se non fosse solo scarica? Se fosse da sostituire?

Come puoi verificare lo stato di salute della batteria della tua auto?

Per fare questo tipo di verifica hai bisogno di uno strumento detto Multimetro Digitale, che misura le correnti elettriche e si può utilizzare per misurare la tensione in Volt della tua batteria.

La situazione ideale sarebbe avere un tipo di batteria che comprende una specie di spioncino per verificare lo stato di salute della stessa.

Questo ci fornisce tre distinti colori, che sono:

  • Verde: indica che la batteria è completamente carica e in ottima salute.
  • Nero: indica che la batteria è scarica al 50%, e va ricaricata immediatamente.
  • Bianco: indica che la batteria è da sostituire. Questo risulta uno dei migliori metodi per stabilire subito la salute della nostra batteria.

Se invece non possiedi il tipo di batteria sopra indicato, e vuoi verificare la sua efficienza con un Multimetro, segui passo dopo passo queste istruzioni:

  • Apri il cofano dell’auto.
  • A motore spento collega il puntale nero del Tester sul negativo -, e quello rosso sul positivo +.
  • Dopo pochi secondi sul Tester sarà possibile leggere il voltaggio della batteria. Qui di seguito un esempio di lettura e di percentuale di carica (efficienza):

12.80 V – batteria carica 100%

12.70 V – batteria carica 95%

12.60 V – batteria carica 90%

12.50 V – batteria carica 80%

12.40 V – batteria scarica 65%: da ricaricare.

12.30 V – batteria scarica 45%: potrebbe non avviarsi l’auto.

12.20 V – batteria scarica 40%: potrebbe esserci della solfatazione.


Ecco alcuni consigli sull’utilizzo della batteria della tua auto

  • Non badare al prezzo: è molto importante acquistare una batteria di qualità, anche se il costo è superiore.
  • Non fare mai scaricare la batteria completamente.
  • Non lasciare l’auto ferma, a motore spento, per lunghi periodi: mettila in moto ogni tanto per mantenere la batteria in carica.
  • Attenzione a non dimenticare la radio e luci accese dell’auto, la batteria potrebbe scaricarsi.
  • A volte anche le 4 frecce tenute accese per un lungo periodo possono scaricare la batteria.
  • Dove previsto controlla che il livello del liquido sia sempre ben visibile sopra gli elementi del piombo. Se il liquido è sceso utilizza acqua distillata per riempire le vasche.
  • Fai molta attenzione a non invertire i poli positivo e negativo quando ricarichi la batteria.

Batteria Scarica? Fai Attenzione! 

Se non hai una buona manualità ed esperienza, rivolgiti ad un meccanico esperto, per non creare danni a te, agli altri e alla tua auto.

Qual è la pressione corretta degli pneumatici e come si controlla

È molto importante che gli pneumatici della nostra auto siano sempre gonfiati ad una giusta pressione, quella che garantisce una guida sicura.

La suddetta dovrebbe essere controllata ogni quattro settimane e nel momento in cui le gomme sono fredde; la lettura a caldo sarebbe falsata, più alta e quindi non valida. È consigliabile fare la verifica anche ogni volta che si devono affrontare lunghe percorrenze. Controllare la pressione degli pneumatici è importante per non rischiare di incorrere in pericolose conseguenze su strada. Le gomme sgonfie, infatti, possono provocare molti effettivi negativi, tra cui:

rischio che la gomma esploda,
difficili movimenti dello sterzo,
allungamento dello spazio di frenata sul bagnato,
poca resistenza all’aquaplaning,
usura del cerchione e ai bordi del battistrada.
Anche la pressione troppo alta può diventare pericolosa per la guida del veicolo; la superficie che tocca a terrà sarà minore, causando:

riduzione dell’aderenza su strada e del comfort di guida,
usura accelerata dei componenti dell’auto,
aumento del rischio di danneggiare lo pneumatico,
usura centrale del battistrada e deformazione dello pneumatico.
L’unità di misura della pressione delle gomme è il bar; il valore corretto per gli pneumatici sta attorno ai 2.0 e i 3.0 bar per le gomme estive; per quelle invernali invece sarebbe meglio aumentare il valore normale di 0.2 bar, visto che il freddo provoca una leggera diminuzione della pressione.

Oltre a garantire una maggiore sicurezza su strada, la corretta pressione permette anche di aumentare quella che è la durata dello penumatico, che si può usurare fino al 20% in più con una pressione sbagliata. Tra l’altro, il consumo di carburante può aumentare fino al 6% per riuscire a colmare quella mancanza di tenuta su strada della gomma.

Per misurare la pressione delle gomme auto si usa il manometro, che va premuto contro la valvola. Esistono dei manometri digitali che permettono di leggere la pressione premendo un pulsante; quello tradizionale, invece, funziona leggendo un’asticella graduata che dovrebbe mostrare la pressione interna delle gomme.

Avrete capito, quindi, per quante ragioni è importante che la pressione degli pneumatici sia sempre corretta. Ti ricordiamo di verificarla ogni quattro settimane e raccomandiamo di farlo sempre quando le gomme sono fredde.